Archivi categoria: Guide

Wiko Fever recensione

Wiko Fever: recensione 2019

Negli ultimi due mesi ho usato un bel po’ di telefoni Wiko, e cioè l’Highway Star, il Ridge 4G e il Selfy 4G. Anche se mi sono piaciuti tutti loro, ce n’era uno che per me ha offerto il massimo per il prezzo desiderato: il Ridge 4G. A mio parere, il Wiko Ridge 4G ha combinato la sensazione premium, un buon display e una grande durata della batteria in uno smartphone economico.

Ma nelle ultime due settimane ho avuto la possibilità di provare un altro dispositivo – il Fever 4G, chiamato anche smartphone “the-glow-in-the-dark” – del produttore francese che ha cambiato un bel po’ questa classifica. Vuoi sapere come e perché? Continuate a leggere la nostra recensione qui sotto.

Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
931 Recensioni
Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
  • 4G - Display 5.2" Full HD - Android 5.1 Lollipop
  • Fotocamera principale 13MP - Fotocamera frontale da 5MP con Selfie Flash
  • Processore Octa Core da 1.3 GHz - RAM 3GB - ROM 16GB espandibile con MicroSD fino a 64GB
  • Dual SIM

Design

Il Wiko Fever 4G condivide alcuni aspetti progettuali con la Selfy 4G che Wiko ha annunciato all’IFA 2015. Tuttavia, la Fever ha anche altri elementi di design e per me, nel complesso, ha un aspetto migliore della Selfy 4G.

Uno dei punti di forza del Fever in termini di design è sicuramente il frontale. Non solo ha un piccolo marchio Wiko nell’angolo in alto a sinistra, ma anche le cornici sul lato destro e sinistro del display sono relativamente sottili, il che rende il telefono cellulare molto attraente.

Inoltre, il Fever è dotato di un display 2,5D leggermente arrotondato – noto da dispositivi Nokia Lumia come il Lumia 830 – che fa sentire il telefono cellulare di nuovo molto più premio di quanto ci si potrebbe aspettare.

Mentre la lunetta inferiore è completamente nera, è possibile trovare una fotocamera frontale da 5 megapixel con flash a LED e un LED di notifica integrato nella lunetta in alto. Soprattutto quest’ultimo è una bella aggiunta alla “esperienza di notifica” e ancora un po ‘amava vedere coloro che vengono a Windows 10 telefoni cellulari pure.

Il coperchio posteriore rimovibile della Fever 4G assomiglia molto a quello del Sefly 4G. Ancora una volta Wiko ha usato un materiale che dovrebbe darvi una sorta di sensazione di pelle. Mentre si sente sicuramente più premio di una “normale” plastica scivolosa che Samsung usava per usare su molti dei loro telefoni cellulari, io non sono ancora il più grande fan della sensazione del materiale.

Questo è stato anche uno dei miei più grandi lamentele sul Selfy 4G dal momento che il telefono si sentiva – rispetto al prezzo simile Ridge 4G – relativamente a buon mercato. In termini di qualità costruttiva e di sensazione nella mano, il Ridge 4G è ancora il mio smartphone Wiko preferito e mi piacerebbe vedere Wiko costruire uno smartphone con le stesse specifiche del Fever, utilizzando la stessa cover posteriore del Ridge 4G.

Anche se direi che il Fever è ancora un po’ più pregiato del Selfy 4G, la sensazione nella mano rimane una delle mie maggiori lamentele per questo tipo di copertura posteriore. Inoltre sentirete un bel po’ di scricchiolare con questo telefono che purtroppo getta una nuvola sull’impressione generale molto positiva. Per essere onesti, il Fever 4G ha un prezzo incredibilmente basso, quindi bisogna scendere a compromessi. Tuttavia, penso che Wiko potrebbe migliorare questo aspetto.

I lati del telefono sono realizzati in metallo, il che dà alla Wiko Fever una sensazione di premio e robusto. Inoltre, i pulsanti sono ben posizionati e forniscono un buon feedback, anche se il Ridge 4G vince ancora per me in questo aspetto. Ma la cosa speciale dei lati è che sono fluorescenti, il che significa che il telefono si illumina al buio.

Anche se questo è sicuramente qualcosa che non tutti gli smartphone hanno, ho lottato per trovare un caso d’uso reale per me personalmente. L’unica cosa su cui ho potuto pensare è che si può trovare il telefono più facilmente al buio, ma non credo che questo sarà un motivo per molte persone a prendere una decisione di acquisto a favore del Fever.

Tuttavia, sono convinto che Wiko venderà notevolmente più unità del dispositivo perché questo effetto di luce ha generato una certa attenzione che Wiko probabilmente non sarebbe stata in grado di ottenere senza quella caratteristica – anche se il Fever merita sicuramente attenzione.

Nel complesso, Wiko Fever 4G è uno smartphone dal design accattivante e dall’aspetto attraente. Mentre il dispositivo nel complesso sembra più prezioso di quanto ci si aspetterebbe, lo scricchiolio della schiena può diventare leggermente fastidioso nel tempo. Con uno spessore di 8,3 mm e un peso di soli 143 g, il dispositivo è comodo da tenere in mano.

Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
931 Recensioni
Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
  • 4G - Display 5.2" Full HD - Android 5.1 Lollipop
  • Fotocamera principale 13MP - Fotocamera frontale da 5MP con Selfie Flash
  • Processore Octa Core da 1.3 GHz - RAM 3GB - ROM 16GB espandibile con MicroSD fino a 64GB
  • Dual SIM

Display

Un altro punto culminante per me è stato il fenomenale spettacolo. Il Wiko Fever ha un display da 5,2″ con una risoluzione di 1920 x 1080 (Full HD) pixel. Il risultato è un’impressionante densità di pixel di 424 PPI. Inoltre, Wiko ha integrato alcuni gesti davvero utili come il doppio tocco per svegliarsi.

Risoluzione

Come appena accennato, il display del Wiko Fever ha una risoluzione di 1920 x 1080 pixel. Per la dimensione dello schermo di 5,2 pollici, il Full HD è assolutamente sufficiente. Tutto – che si tratti di immagini, video o testi – appare piacevolmente nitido sullo schermo. Soprattutto per il prezzo richiesto di soli 199 CHF (~$195) la risoluzione è eccezionale, dato che molti altri produttori usano ancora pannelli a 720p, che possono essere sufficienti per molti come si può leggere nelle mie altre recensioni, ma se c’è un telefono per lo stesso prezzo o anche inferiore con uno schermo a 1080p sceglierei sicuramente quello.

Luminosità

In questa parte potrei – in teoria – semplicemente copiare e incollare il testo delle mie altre recensioni Wiko….. Come sempre lo schermo può diventare estremamente luminoso, il che rende il telefono perfetto da usare anche in ambienti luminosi. Con la Wiko Fever probabilmente non vi troverete mai di rado in una situazione in cui vorreste avere uno schermo ancora più luminoso. D’altra parte, il livello minimo di luminosità rimane un punto di critica per me: Vorrei essere in grado di abbassare ulteriormente la luminosità in quanto lo schermo anche al livello più basso è troppo luminoso per gli ambienti bui. Tuttavia, in termini di luminosità lo schermo mi piace molto.

Colori

Per quanto riguarda i colori sono anche molto soddisfatto! Sia i neri che i bianchi hanno un ottimo aspetto sul display della Fever e i colori sono piuttosto vivaci ma sempre naturali. Non ho assolutamente nessuna lamentela! Per un telefono di così basso prezzo la riproduzione dei colori è semplicemente incredibilmente buona!

Angoli di visualizzazione

In termini di angoli di visione non ho nessuna lamentela. Naturalmente i colori vengono leggermente sbiaditi a partire da un certo angolo, ma a mio avviso il display è quasi perfetto in termini di affidabilità visiva.

Dimensione

Come il Lumia 950 (la recensione seguirà) la Fever ha un display di 5,2 pollici. Ho già accennato un paio di volte che 5 pollici sono probabilmente il punto di forza per molti utenti di smartphone e credo che questo sia ancora vero. Dal momento che il mio autista quotidiano – il Lumia 830 – ha un display da 5 pollici, sono perfettamente abituato a quella dimensione. Pertanto, per me la Wiko Fever ha la dimensione perfetta.

Doppio tocco e gesti

Il Wiko Fever – come molti altri telefoni Wiko che ho testato finora – supporta alcuni grandi gesti che possono rendere la vita quotidiana un po’ più facile. La cosa più importante, è possibile accendere il display semplicemente toccando due volte sullo schermo (proprio come su molti dispositivi Lumia, ad eccezione dei modelli 950 e 950 XL). Questo funziona in modo molto affidabile ed è solo un modo conveniente per accendere lo schermo del telefono. Inoltre, grazie alla barra di navigazione sullo schermo, è anche possibile toccare due volte il tasto “home” per spegnere il display.

Ma Wiko non si è fermato qui: Puoi anche “disegnare” lettere diverse sullo schermo del tuo telefono quando il display è spento per aprire rapidamente un’applicazione o attivare una specifica funzione. Ad esempio, se si desidera aprire l’app della fotocamera è sufficiente disegnare la lettera “C” e se si vuole accendere la torcia è sufficiente disegnare la lettera “O”.

Tutte queste caratteristiche sono molto belle da avere e sono felice che Wiko continui a integrarle – mi piacerebbe che Microsoft (e altri produttori) lavorassero anche su queste cose.
Tutto sommato, il display di Wiko Fever è sorprendentemente buono! Sono soddisfatto sotto ogni aspetto: La risoluzione è perfetta per le dimensioni del display, lo schermo può diventare davvero luminoso, la riproduzione dei colori è sorprendentemente buona, gli angoli di visualizzazione sono molto buoni, le dimensioni sono perfette per me e i diversi gesti sono molto convenienti. Ben fatto, Wiko!

Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
931 Recensioni
Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
  • 4G - Display 5.2" Full HD - Android 5.1 Lollipop
  • Fotocamera principale 13MP - Fotocamera frontale da 5MP con Selfie Flash
  • Processore Octa Core da 1.3 GHz - RAM 3GB - ROM 16GB espandibile con MicroSD fino a 64GB
  • Dual SIM

Durata della batteria

Il Wiko Fever contiene una batteria da 2900 mAh che dovrebbe darti abbastanza succo per superare uno o più giorni. Gli utenti di smartphone pesanti potranno sicuramente passare un giorno e anche i giocatori dovrebbero ottenere valori di tempo di esecuzione abbastanza accettabili: Ho giocato un bel po’ sulla Wiko Fever e sono sempre rimasto stupito da quanto lentamente le percentuali sono scese. Gli utenti occasionali di smartphone, invece, dovrebbero superare anche due (o più) giorni senza grossi problemi.

Ricaricare il telefono non richiede molto tempo, ma non è nemmeno incredibilmente veloce. Il Fever utilizza una porta MicrosUSB per caricare la batteria – questo è ancora oggi abbastanza standard, quindi niente di speciale qui. Comunque, dato che sto usando il Lumia 950 – che ha una USB tipo C – al momento (la recensione è in arrivo nelle prossime settimane) vorrei sicuramente che la Fever usasse anche questo nuovo standard 😉

Altoparlanti

Come la maggior parte dei telefoni di oggi, il Wiko Fever ha un altoparlante posto sul retro. Anche se questo posizionamento non è sicuramente il migliore in termini di “diffusione” del suono (dato che l’altoparlante non è rivolto direttamente verso l’utente), la qualità dell’altoparlante è accettabile per questo tipo di telefono. Soprattutto in termini di volume sono rimasto molto soddisfatto del diffusore di Wiko Fever in quanto può diventare abbastanza alto. Quindi, tutto sommato, l’altoparlante è utilizzabile praticamente per tutto quello che faresti sul tuo smartphone e se non ti piace la qualità di esso, puoi comunque utilizzare le cuffie incluse.

Fotocamera

Il Wiko Fever è dotata di una fotocamera frontale da 5 megapixel e di uno shooter da 13 megapixel sul retro. Mentre quello sul davanti è perfetto per tutti i fan di Selfies là fuori non sono così soddisfatto della qualità della fotocamera principale.

Anche se le immagini non sembrano troppo male, non sono particolarmente belle. Potrebbero apparire tutte un po’ più nitide e anche un po’ più dettagliate a mio parere. D’altra parte, i colori sembrano abbastanza belli anche se questo dipende molto dalla condizione di illuminazione. Tuttavia, la fotocamera è abbastanza buona per le istantanee. Alla fine della giornata, questo non è un dispositivo di punta, quindi è logico che Wiko non abbia incluso il miglior modulo fotocamera sul mercato.

Per quanto riguarda l’app Wiko, sono abbastanza soddisfatto. Il Wiko Fever utilizza la stessa applicazione degli altri telefoni Wiko che ho testato finora. Se volete saperne di più sull’applicazione della fotocamera stessa, assicuratevi di guardare la nostra recensione su YouTube.

Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
931 Recensioni
Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
  • 4G - Display 5.2" Full HD - Android 5.1 Lollipop
  • Fotocamera principale 13MP - Fotocamera frontale da 5MP con Selfie Flash
  • Processore Octa Core da 1.3 GHz - RAM 3GB - ROM 16GB espandibile con MicroSD fino a 64GB
  • Dual SIM

Software

Il Wiko Fever è compatibile con Android 5.1 Lollipop con l’interfaccia utente di Wiko. Mentre l’interfaccia ha ancora alcuni adattamenti che non mi piacciono particolarmente (per esempio non c’è ancora un cassetto app separato) devo ammettere che il Fever mi ha offerto la migliore esperienza Android/OS che abbia mai avuto su un telefono Wiko.

Non solo perché mi piace molto Android Lollipop in termini di linguaggio di progettazione, ma anche perché Wiko ha fatto enormi progressi per quanto riguarda le proprie applicazioni precaricate. Wiko ha finalmente migliorato il design delle loro app in modo che le app corrispondano perfettamente al nuovo Material design. Questo è un enorme miglioramento rispetto all’esperienza che ho avuto con il Wiko Selfy 4G che ha fatto funzionare anche Android 5.1, ma ha ancora usato alcune applicazioni con il vecchio design come si può leggere nella mia recensione:

Il Wiko Selfy 4G è il primo telefono con Android 5.1 Lollipop che ho potuto utilizzare per un periodo di tempo più lungo. Anche se apprezzo molto il fatto che il dispositivo viene fornito con una delle più recenti versioni di Android, devo anche dire che Wiko ha ancora del lavoro da fare. Non solo non sono tutte le applicazioni ottimizzate per il nuovo Material design ma anche il software non funziona in modo così fluido come sul Ridge 4G e Highway Star con Android 4.4.

Come accennato nella citazione sopra, ho anche criticato il software per quanto riguarda la scorrevolezza e l’esperienza quotidiana. Sulla Wiko Fever questi problemi sono (quasi) completamente scomparsi. Naturalmente l’operazione non era del tutto priva di balbettii, ma i balbettii sono davvero molto rari.

L’uso quotidiano è molto comodo e veloce. Rispetto al Selfy 4G l’esperienza è molto migliore. Una ragione di ciò è sicuramente il miglior hardware utilizzato nella Wiko Fever: 3 GB di RAM contro 1 GB di RAM e MediaTek MT6735 quad-core MT6735 contro octa-core MediaTek MT6753. Dato che entrambi i telefoni hanno un prezzo quasi uguale, la differenza è semplicemente sorprendente.

Altrimenti si ha un’esperienza Android abbastanza standard con tutti i suoi vantaggi e svantaggi (per lo più vantaggi per essere onesti). Il vantaggio più importante è senza dubbio la disponibilità di praticamente tutte le app di cui si potrebbe aver bisogno: Non solo tutte le piattaforme di social media (incluso Snapchat, che ancora si rifiuta di usare un’applicazione Windows), ma anche tutte le applicazioni e i servizi Microsoft pertinenti sono sul posto in Google Play.

Inoltre, tutte le applicazioni importanti sono di ottima qualità e ricevono aggiornamenti abbastanza regolarmente. Rispetto a Windows Phone/Windows 10 Mobile, la situazione delle app è incomparabilmente migliore. Ma continuo a sperare e credere che la piattaforma app Universal Windows cresca e migliori in modo massiccio la situazione delle app di Windows.

D’altra parte ci sono cose su Android che non mi piacciono: Innanzitutto il noioso design della griglia delle schermate domestiche. Il layout delle mattonelle di Windows 10 Mobile (Windows Phone) per me è ancora uno dei layout più eccitanti di un sistema operativo. Secondo me non c’è un layout migliore sulla terra. Ma dato che si tratta di una preferenza molto personale, questo naturalmente non avrà alcuna influenza su questa recensione. Tuttavia, vorrei avere un telefono cellulare Windows 10 di Wiko! 🙂

Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
931 Recensioni
Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
  • 4G - Display 5.2" Full HD - Android 5.1 Lollipop
  • Fotocamera principale 13MP - Fotocamera frontale da 5MP con Selfie Flash
  • Processore Octa Core da 1.3 GHz - RAM 3GB - ROM 16GB espandibile con MicroSD fino a 64GB
  • Dual SIM

Prestazioni

Come accennato in precedenza, la Wiko Fever è una vera e propria centrale elettrica per quanto riguarda le specifiche. Ha 3 GB di RAM (più della maggior parte degli smartphone sul mercato e sicuramente più di qualsiasi altro telefono di questa fascia di prezzo) e un SoC MediaTek octa-core SoC.

Di conseguenza, le prestazioni del Wiko Fever sono state molto buone! L’esperienza quotidiana è fluida e la maggior parte dei giochi funziona molto bene sullo smartphone. Inoltre, il passaggio da un’applicazione recente all’altra è stato fenomenalmente veloce. Per uno smartphone entry-level non ho nessuna lamentela per quanto riguarda le prestazioni.

Conclusione

Il Wiko Fever è senza dubbio il miglior telefono Wiko che abbia mai usato e anche uno dei migliori smartphone che ho usato per quanto riguarda il rapporto prezzo/prestazioni! Il Wiko Fever è solo un telefono fenomenale che brilla in (quasi) ogni aspetto. Dato il prezzo, il Fever è, secondo me, vicino alla perfezione!

Gli acquirenti di smartphone economici avranno un dispositivo che offre così tante cose che non sono comuni in questa fascia di prezzo: In primo luogo e soprattutto il display eccezionalmente buono! Con la sua risoluzione Full HD il contenuto sembra molto nitido, la luminosità è ad un livello molto alto e anche la riproduzione dei colori è molto buona. Per me, il display è sicuramente uno dei tanti punti di forza di Wiko Fever.

Il Wiko Fever è vicina alla perfezione! Uno dei migliori smartphone economici che ho usato!

Inoltre, gli utenti saranno soddisfatti di una grande performance quotidiana con una delle ultime versioni di Android – Android 5.1 Lollipop – che non solo ha un bell’aspetto ma porta anche un grande ecosistema. Inoltre, il dispositivo è dotato di 3 GB di RAM e di un veloce SoC octa-core SoC che rende il passaggio da un’applicazione all’altra una gioia.
Contribuire alla buona impressione fa anche l’impressionante durata della batteria della batteria 2900 mAh, che dovrebbe anche gli utenti di potenza dare più di tempi di esecuzione accettabile.

Tutta questa potenza è integrata in un telaio molto ben progettato. Soprattutto la parte anteriore è molto attraente con cornici relativamente sottili intorno al display, un piccolo ma ancora evidente marchio Wiko sulla parte superiore e un display 2.5D leggermente arrotondato. Solo la parte posteriore non mi ha impressionato, dato che c’è un bel po’ di scricchiolio in corso. Ancora tutto sommato, la Wiko Fever si sente straordinariamente premium per un dispositivo di questa fascia di prezzo.

Il diffusore – anche se non perfettamente posizionato – può diventare abbastanza forte con una qualità decente. E Wiko include le cuffie nella confezione.

Tutti gli aspetti finora citati del telefono sono molto meglio di quanto ci si aspetterebbe per uno smartphone economico, ma c’è un’area in cui si nota che questo telefono è in realtà un dispositivo mirato al mercato entry level: la fotocamera. Mentre la fotocamera frontale da 5 megapixel (con flash LED) è ottima per gli appassionati di selfie, lo sparatutto da 13 megapixel sul retro non sarà buono per nient’altro che per le istantanee. La qualità dell’immagine non è sicuramente negativa, ma non è neanche impressionante. Vorrei ancora raccomandare un Lumia 640 o 640 XL per gli acquirenti di smartphone economici che vogliono scattare alcune foto di grande effetto con il loro telefono. Anche il Lumia 735 e 830 sono abbastanza accessibili al giorno d’oggi, quindi potrebbero essere un’opzione.

Alla fine della giornata, il Wiko Fever è uno smartphone midrange fenomenale per un prezzo di fascia bassa! Questo lo rende uno dei migliori smartphone economici che io abbia mai usato: La Wiko Fever brilla in (quasi) ogni aspetto! Ottimo lavoro, Wiko!

Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
931 Recensioni
Wiko Fever Smartphone Dual SIM, 16 GB, Bianco/Oro
  • 4G - Display 5.2" Full HD - Android 5.1 Lollipop
  • Fotocamera principale 13MP - Fotocamera frontale da 5MP con Selfie Flash
  • Processore Octa Core da 1.3 GHz - RAM 3GB - ROM 16GB espandibile con MicroSD fino a 64GB
  • Dual SIM

Wiko Pulp: recensione e miglior prezzo 2019

Wiko Pulp è uno smartphone basato su Android prodotto da Wiko, un’azienda francese di Marsiglia.

Lo smartphone è adatto a chi è alle prime armi con la scena smartphone e cerca uno smartphone entry-level.

Wiko Pulp al miglior prezzo

Wiko Pulp 4G Smartphone, 16 GB, Dual SIM, Nero
136 Recensioni
Wiko Pulp 4G Smartphone, 16 GB, Dual SIM, Nero
  • 4G - Display 5'' HD - Android 5.1 Lollipop
  • Fotocamera principale 13MP - Fotocamera anteriore 5M con Selfie Flash
  • Processore Qualcomm Snapdragon 410 - Quad Core 1.2 GHz - ROM 16Gb espandibile con Micro SD fino a 64 Gb -...
  • Dual SIM

Specifiche e scheda tecnica Wiko Pulp

  • Processore: Mediatek MT6592
  • Adattatore grafico: ARM Mali-450 MP4 Mali-450 MP4
  • Display: 5 pollici 16:9, 1280 x 720 pixel, lucido: sì
  • Peso: 149 g
  • Prezzo: sui 200 Euro

Recensione Wiko Pulp

Non si può dire molto sul design e sul telaio, se non che sono abbastanza standard. Il sistema operativo Android OS v5.1 Lollipop è dotato di un processore Cortex-A7 da 1,4 GHz otta-core, una GPU Mali-450MP4, 2 GB di RAM e una memoria interna di 16 o 32 GB.

Grazie a uno slot microSD, la capacità di archiviazione può essere ampliata di 64 GB. Lo schermo capacitivo touchscreen capacitivo IPS LCD da 5 pollici ha una risoluzione di 1280 x 720 pixel.

Il Wiko Pulp ha una fotocamera posteriore primaria da 13 MP con autofocus e flash LED e una fotocamera anteriore secondaria da 5 MP con flash LED.

Inoltre, la fotocamera primaria supporta geo-tagging, panorama, HDR, messa a fuoco tattile, rilevamento volto/ sorriso ed è in grado di registrare video 1080p a 30 fps. Inoltre, lo smartphone viene fornito con un accelerometro, una bussola, un sensore di prossimità e un giroscopio.

Lo smartphone è disponibile in 4 diversi colori: Rosso Flashy, Blu elettrico, Bianco, Cioccolato e Nero. Pesa 151 g e ha una batteria da 2500 mAh.

ARM Mali-450 MP4: GPU OpenGL ES 2.0 per SoC basati su ARM con 4 processori a frammenti e 1 processore al vertice. Queste schede grafiche non sono adatte per i giochi Windows 3D. La navigazione in ufficio e in Internet è comunque possibile.

Wiko Pulp 4G Smartphone, 16 GB, Dual SIM, Nero
136 Recensioni
Wiko Pulp 4G Smartphone, 16 GB, Dual SIM, Nero
  • 4G - Display 5'' HD - Android 5.1 Lollipop
  • Fotocamera principale 13MP - Fotocamera anteriore 5M con Selfie Flash
  • Processore Qualcomm Snapdragon 410 - Quad Core 1.2 GHz - ROM 16Gb espandibile con Micro SD fino a 64 Gb -...
  • Dual SIM

Confronto Smartphone Android: comparazione online qualità-prezzo di cellulari Samsung e Huawei

Un confronto è necessario, dopo che senza dubbio alcuni tra gli brand più richiesti sono Samsung e Huawei che mettono in vendita dispositivi Smartphone Android di ottima qualità e spesso anche a prezzi convenienti, visto le innumerevoli caratteristiche tecniche e non solo che questi possiedono.

Ma come si fa a scegliere poi tra i vari modelli?

Ecco che a seguire troverete una comparazione che basandosi sul rapporto qualità prezzo metterà in luce i pro e i contro dei più recenti smartphone di queste due grandi case produttrici.

Confronto smartphone Android Huawei P10 e Samsung Galaxy S8

In offerta: -135,00 EUR
HUAWEI P10 Lite Nero, 5.2 Full HD, Kirin 658 OctaCore, Ram 4GB, Memoria 32GB, 4G, Fotocamera 12Mpx,...
1761 Recensioni
HUAWEI P10 Lite Nero, 5.2 Full HD, Kirin 658 OctaCore, Ram 4GB, Memoria 32GB, 4G, Fotocamera 12Mpx,...
  • Sistema Operativo: Android 7 (Nougat)
  • Fotocamera: 12 MP, Flash, autofocus
  • Memoria: 32 GB espandibile con MicroSD da 256 GB
  • Non brandizzato
Samsung Galaxy S8 Smartphone, 64 GB, Nero [Germania]
78 Recensioni
Samsung Galaxy S8 Smartphone, 64 GB, Nero [Germania]
  • - Type: Smartphone- 2G Network: GSM 850 / 900 / 1800 / 1900- 3G Network: HSDPA 850 / 900 / 1700(AWS) /...
  • slot)- Keypad: Multitouch- Datatransfer: GPRS, EDGE, GSM, HSDPA, LTE- Connectivity: Bluetooth, Wi-Fi-...
  • port, S-Voice natural language commands and dictation, MP4/DivX/XviD/H.265 player, MP3/WAV/eAAC+/FLAC...

Partiamo con il nostro confronto analizzando nel dettaglio le principali caratteristiche degli ultimi arrivati rispettiivamente nelle famiglie Samsung e Huawei.

Tra i due smartphone quello più economico risulta essere il modello Huawei P10, messo in vendita a 414 euro ed esteticamente molto simile al Samsung Galaxay S8, messo in vendita online al prezzo di 515 euro.

Entrambi i dispositivi sono dotati di abilitazione alla connessione 4G e sistema operativo Android 7.0 installato all’interno.

Una prima differenza che salta immediatamente all’occhio di un osservatore è la grandezza dello schermo: il Huawei dispone di un display che misura 5.1 pollici, mentre quello del Samsung ha una grandezza di 5.8 pollici, il primo nella tipologia LCD IPS, mentre il secondo AMOLED.

Su queste due differenti tipologie di schermo si possono leggere molte opinioni online per capire meglio in cosa consiste la differenza.

Tra i due smartphone, il Samsung è il solo a possedere la capacità di resistenza all’acqua.

Per quanto concerne la fotocamera, il Huawei in tal senso possiede una marcia in più se consideriamo che ha integrata al suo interno una fotocamera da ben 20 mega pixel, che permette di registrare video in Ultra HD, a dispetto dei 12 posseduti invece dall’S8.

Stando invece alla capacità di memoria, quella del Samsung può essere estesa fino a 128 GB, mentre quella del Huawei solo, si fa per dire, fino a 64 GB.

Stando alle caratteristiche dei due device, possiamo comunque affermare che il rapporto qualità prezzo è ben proporzionato alle proprietà di ciascuno dei due modelli e le uniche due differenze seppur poco funzionali che possono incidere sulla scelta di uno piuttosto che di un altro sono la presenza di una fotocamera di qualità migliore nel modello di Huawei e, dall’altra parte, la resistenza all’acqua e un display molto più grande che ancora molti smartphone non vantano.

Quale Smartphone Android scegliere tra Samsung Galaxy S7 e Huawei P9?

In offerta: -0,76 EUR
Samsung Galaxy S7 Edge Smartphone da 32GB, 5.5', 12MP, 4GB RAM, Android 6.0, Oro (Ricondizionato)
)
17 Recensioni

Non è detto che per avere la qualità bisogna necessariamente acquistare e spendere una ingente somma di denaro per l’ultimo modello di uno smartphone, anzi spesso e volentieri conviene proprio approfittare della messa in commercio di un nuovo cellulare per acquistare ad un prezzo ribassato il vecchio modello.

E’ questo il caso di due tra i più venduti smartphone Android degli ultimi mesi: il Samsung Galaxy S7 e il modello di Huawei P9: andiamo a scoprire le differenze e le similitudini. Entrambi i dispostivi possiedono integrato il sistema operativo Android 6.0, e a differenza dei modelli precedenti, in questo caso è lo smartphone Huawei a possedere uno schermo più grande che misura 5.2 pollici, rispetto al 5.1 del Samsung. Entrambi hanno installata una fotocamera di ottima qualità da dodici mega pixel, ma mentre il Samsung ha la capacità di registrare video in 4K, il Huawei P9 può solo raccogliere immagini in Full HD. Anche in questo caso è solo il modello di Samsung a possedere la capacità di resistenza all’acqua. Differenza sostanziale è rappresentata anche dalla capacità di memoria, che equivale a 32 GB per il modello Huawei e a 64 GB per il Galaxy S7.

Stando adesso ai prezzi proposti online per questi due dispostivi, anche in questo caso il rapporto qualità prezzo viene estremamente rispettato: il Samsung Galaxy viene messo in vendita a 370 euro, mentre il Huawei si trova online al prezzo affare di 285 euro. Inutile aggiungere che l’opinione che il mondo del web ha nei riguardi dei due device è estremamente positiva, sia per ciò che concerne il lato estetico, sia per quanto riguarda le caratteristiche tecniche e funzionali.

Ultimo confronto tra Smartphone Android Huawei P8 e Samsung Galaxy J5

Huawei P8 Lite 2017 Dual SIM 4G 16GB White - smartphones (13.2 cm (5.2'), 16 GB, 12 MP, Android,...
61 Recensioni
Huawei P8 Lite 2017 Dual SIM 4G 16GB White - smartphones (13.2 cm (5.2"), 16 GB, 12 MP, Android,...
  • - Type: Smartphone- 2G Network: GSM 850 / 900 / 1800 / 1900 - SIM 1 & SIM 2- 3G Network: HSDPA 850 / 900...
  • tures: GPS- CPU: Octa-core (4x2.1 GHz Cortex-A53 & 4x1.7 GHz Cortex-A53)- Camera: Primary: 12 MP, f/2.0,...
In offerta: -141,32 EUR
Samsung SM-J530F - Galaxy J5 (2017)  - Smartphone 13.2 cm ((5.2'), Singola SIM 4G, 16 GB, 13 MP,...
26 Recensioni
Samsung SM-J530F - Galaxy J5 (2017) - Smartphone 13.2 cm ((5.2"), Singola SIM 4G, 16 GB, 13 MP,...
  • Brandizzato TIM
  • Con 16 GB di spazio di archiviazione interno e la flessibilità di aggiungere fino a 256 GB di spazio di...
  • 5 offre una fotocamera 13MP anteriore e posteriore veloce e semplice da usare, in modo da poter catturare...
  • La cartella sicura basata su Knox del telefono consente di creare password o aree protette da impronte...
  • Ottieni una maggiore presa sulla sicurezza con lo scanner per impronte digitali di J5.

Sono ancora molto richiesti anche i modelli di Huawei P8 e Samsung Galaxy J5, che comunque vengono messi in vendita a prezzi accessibilissimi; pensate che online il J5 è adesso acquistabile a 189 euro, mentre invece il Huawei P8 a 219 euro.

Anche tra questi due modelli è il Huawei ad avere uno schermo più grande che misura 5.2 pollici, a differenza dei soli 5 pollici del Samsung. Differenza importante è anche quella del sistema operativo Android installato, che risale al modello 5.1 per il Samsung e 5.2 per il Huawei.

Entrambi gli smaprthone possiedono poi una fotocamera da 12 mega pixel, sono abilitati alla connessione 4G e registrano video in Full HD. Per quanto concerne la memoria estendibile, questa parte da 8 GB per il Samsung e da 16 GB invece per il Huawei.

Anche in questo caso il rapporto qualità prezzo è comunque coerente alle caratteristiche tecniche possedute da ciascuno dei due dispositivi.

Se siete dunque ancora scettici nei confronti delle due case produttrici e dei modelli di smartphone che propongono, avete già capito che qualsiasi dispositivo andrete ad acquistare rimarrete comunque pienamente soddisfatti visto che tutti possiedono delle ottime capacità tecniche, delle fotocamere di ottima qualità, degli schermi grandi e facilmente gestibili, ma anche connessione 4G ed elevata capacità di memoria estendibile.

Qualunque sia la vostra decisione, alla fine riuscirete comunque a fare la scelta giusta in tema di rapporto qualità prezzo; non a caso le recensioni postate dagli utenti online sono tutte positive  per entrambi i marchi; basta dunque pensare alle proprie esigenze e scegliere lo smartphone giusto da acquistare ad un ottimo prezzo di mercato.

Offerte Smartphone Sottocosto: promozioni nei centri commerciali e negozi di elettronica

Non mancano offerte sottocosto convenienti e appetibili su tanti modelli di smartphone. Gli store sono pronti ad accogliere tanti clienti desiderosi di acquistare un device di qualità ad un prezzo inferiore rispetto al normale costo. Scopriamo, insieme, alcune di queste promozioni che saranno attive solo per pochi giorni. Continua a leggere

Huawei Dual Sim 2018: P8, P9, P10 Lite, prezzi e dove trovarli in modalità doppia scheda

Tra i migliori brand che propongono smartphone dual sim troviamo Huawei, il marchio cinese molto amato da un elevato numero di utenti. I modelli P8, P9 e P10 Lite, dei veri top di gamma per specifiche tecniche e prestazioni convincenti, consentono l’utilizzo della modalità doppia scheda. Vediamo dove si possono trovare sul mercato e qual è il prezzo di questi interessanti dispositivi. Continua a leggere

Miglior smartphone di fascia media 2019: classifica definitiva

Considereremo oggi una classifica definitiva relativa ai migliori smartphone di fascia media del 2018. Dispositivi dal costo compreso tra i 150 e i 350 euro dotati di specifiche tecniche tecnologicamente avanzate e di prestazioni che permettono un utilizzo giornaliero più che soddisfacente del device.

Il mercato offre un numero elevato di brand e modelli di smartphone tra cui scegliere. Noi abbiamo cercato di scovare quelli che sono di qualche gradino superiore rispetto a cellulari della stessa fascia di prezzo. Siamo pronti a mostrarvene le caratteristiche e i dettagli che li rendono interessanti e ottimi acquisti.

Honor 6X, il miglior smartphone cinese di fascia media

Un posto d’onore all’interno della nostra classifica lo merita l’Honor 6X. Avere tra le mani questo modello si rivela una piacevole sorpresa sia per la manegevolezza che per le funzionalità e le capacità di sistema. È un dispositivo giovane, dal design accattivante grazie alla scocca in metallo e al vetro frontale dotato di effetto 2.5 D.

Lo smartphone presenta un grande schermo Full HD da 5,5 pollici con risoluzione 1920 x 1080 pixel e tecnologia IPS. Il comparto fotografico è di elevata qualità e regala scatti notevoli, ricchi di dettagli. Il merito è soprattutto della fotocamera posteriore a doppio sensore, da 12 megapixel e 2 megapixel.

All’interno, l’Honor 6X presenta un processore Kirin 655 di HiSilicon octa core da 2,1 GHz affiancato da 3 GB di Ram. La connettività LTE arriva fino a 300 Mbps, la capacità della batteria è di 3.340 mAh e il sistema operativo è Android 6.0 Marshmallow personalizzato con EMUI 4.1. Il prezzo di questo dispositivo è di poco superiore ai 200 euro.

Asus Zenfone 3 2018: lo smartphone di fascia media innovativo

Un ottimo smartphone che il mercato offre è l’Asus Zenfone 3. Tante caratteristiche interessanti e originali, come la messa a fuoco Tri-Tech per le fotocamere o il sistema audio realizzato con tecnologia ASUS SonicMaster 3.0, rendono questo dispositivo uno dei più apprezzati dagli utenti.

ZenFone 3 presenta un ampio display da 5,2 pollici con risoluzione Full HD 1920×1080, la fotocamera principale da 16 Mp e quella frontale da 8 Mp dotate di laser auto-focus con rilevamento di fase e auto-focus continuo, stabilizzatore ottico a 4 assi (OIS) e a 3 assi (EIS) e sensore di impronte digitali veloce e preciso.

Il processore che troviamo è Qualcomm Snapdragon 625 Octa-core 2GHz con 4 Gb di Ram e 64Gb di memoria espandibile. Il sistema operativo Android 5.0 Lollipop è caratterizzato da fluidità e da tante funzionalità che arricchiscono ulteriormente l’elevata qualità dell’Asus Zenfone 3. La batteria ha una capacità di 2.650 mAh e il prezzo di questo smartphone si aggira intorno ai 300 euro.

Motorola Moto X Play: telefono sotto i 300 euro dalle ottime caratteristiche

Tra i migliori smartphone di fascia medio-alta di questo 2018 possiamo inserire il Motorola Moto X Play. Presenta un design semplice ed elegante, un grande display Full HD da 5,5 pollici con risoluzione 1080×1920 (16,7 milioni di colori) e un reparto fotografico di qualità.  La fotocamera posteriore da 21 Mp dotata di Autofocus e doppio Flash a Led regala scatti luminosi e nitidi. La fotocamera secondaria è, invece, da 5 Mp e permette selfie soddisfacenti.

Un punto forte del Moto X Play è la capacità della batteria. Ben 3.630 mAh che garantiscono un’autonomia di un’intera giornata anche con uso intenso del dispositivo. Molto buone anche le prestazioni fornite sia dal sistema operativo Android 5.1.1 Lollipop e dal processore Snapdragon 615 Quad core affiancato da 2 GB di Ram e 16 MB di memoria interna espandibile. Il costo del Moto X Play è inferiore ai 300 euro.

Lenovo P2, scheda tecnica da urlo per uno dei migliori smartphone di fascia media del 2018

Il Lenovo P2 è uno smartphone che si fa notare per la capacità della batteria (5.100 mAh), per la qualità costruttiva e per le prestazioni del software. Il P2 è molto sottile e realizzato in metallo. La scocca elegante circonda un display dalle dimensioni importanti, 5,5 pollici, con tecnologia SuperAMOLED e risoluzione Full HD.

Buono il comparto fotografico, con la fotocamera principale da 13 megapixel e quella frontale da 5 megapixel e soddisfacenti anche le prestazioni del precessore, uno Snadpragon 625 octa core da 2 GHz con GPU Adreno 506, 4 GB di RAM e 32 GB di memoria interna ulteriormente espandibile attraverso una microSD.

Il software Android 6.0.1 Marshmallow, personalizzato con l’interfaccia Lenovo, garantisce fluidità al sistema e regala all’utente svariate funzioni tutte da scoprire. Il Lenovo P2 presenta, inoltre, un lettore di impronte digitali veloce e preciso al tocco. Parliamo, dunque, di un ottimo smartphone dal prezzo che si aggira intorno ai 250 euro, che non ha nulla da invidiare a dispositivi di fascia superiore.

Samsung Galaxy A5, ottimo dal design al software

Introduciamo nella mostra classifica il modello Samsung Galaxy A5 per la sua qualità costruttiva, vetro Gorilla Glass 4 2.5D sul retro e vetro 2.5D per la parte frontale, per il display dagli eccellenti angoli di visione e per le elevate funzionalità del software.

Entrando nei dettagli, il Galaxy A5 presenta uno schermo Full HD da 5,2 pollici dalla risoluzione di 1920 x 1080 pixel e realizzato con tecnologia SuperAMOLED. Regala immagini luminose e colori brillanti. La fotocamera principale da 13 megapixel ha un’apertura focale f/1.9 e un ottimo stabilizzatore ottico, mentre quella frontale è da 5 megapixel.

Il Galaxy A5, poi, presenta un processore Exynos 7580 octa core da 1.6 GHz con GPU Mali T720 affiancato da 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna espandibile, connettività LTE fino a 300 Mbps, Wi-Fi a due bande a/b/g/n, Bluetooth 4.1, NFC e radio FM. Il sistema operativo è invece Android 5.1.1 Lollipop e la batteria ha una capacità di 2.900 mAh. Ottimo smartphone dalle prestazioni soddisfacente per il prezzo che offre, intorno ai 250 euro.

Huawei P8 Lite, un posto di merito nella nostra classifica degli smartphone di fascia di prezzo media

Tra gli ambitissimi modelli Huawei, uno smartphone che può rientrare nella nostra classifica dei migliori device di fascia media è lo Huawei P8 Lite. Bello alla vista, con il doppio vetro fronte/retro e il profilo argentato in plastica, ottimo il processore, con i suoi 3 GB di Ram, e più che soddisfacente la batteria da 3.000 mAh.

Più nello specifico, il Huawei P8 Lite presenta uno schermo IPS da 5,2 pollici con risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, una fotocamera posteriore da 12 megapixel con singolo led flash e quella frontale da 8 megapixel e video registrati in Full HD. Le funzioni relative al comparto fotografico sono svariate e interessanti, volte ad arricchire scatti già luminosi e dai colori nitidi.

Il processore è un Kirin 655 con frequenza di clock degli otto core di 2,1GHz, GPU Mali T830MP2 con 16 GB di memoria interna espandibile tramite micro SD. La connettività LTE permette di navigare fino a 150 Mbps in 4G e il lettore di impronte digitali, posizionato sul retro, non delude chi lo utilizza. Lo smartphone, inoltre, ha Wi-Fi b/g/n senza connessione alle reti a 5GHz, Bluetooth 4.1chip, NFC e led di notifica.

Il sistema operativo è un punto forte del P8. Parliamo del nuovo Android 7.0 Nougat,  un software aggiornato e dotato di molteplici funzionalità. Tante caratteristiche interessanti ad un prezzo ai limiti della fascia bassa, 150 euro circa.

Xiaomi Mi5S, eleganza e prestazioni superiori alla media

Alta tecnologia, eleganza e caratteristiche accattivanti rendono Xiaomi Mi5S uno dei migliori smartphone di fascia media. Le qualità sono superiori rispetto al costo, intorno ai 250 euro, e rendono l’utilizzo quotidiano più che soddisfacente. A partire dallo schermo da 5,15 pollici IPS con risoluzione 1920 x 1080 pixel che regala immagini luminosi, dai colori brillanti e che presenta una buona regolazione automatica.

Il comparto fotografico include una fotocamera principale da 12 megapixel con apertura focale 2.0 e doppio flash a doppia tonalità e una fotocamera frontale da 4 megapixel.

Il processore dello Xiaomi Mi5S è potente e degno di smartphone di fascia più alta. È uno Snapdragon 821, quad core alla frequenza di 2,15 GHz con GPU Adreno 530 affiancato da 3 GB di RAM e 64 GB di memoria interna. Inoltre, sono presenti connettività LTE fino a 450 Mbps, Wi-Fi dual band ac., Bluetooth 4.2 e chip NFC. Un elemento di rilevante interesse è il lettore di impronte digitali ultrasonico che risulta preciso e veloce nell’identificazione.

Ottime prestazioni anche per il sistema operativo aggiornato alla versione Android 6.0.1 Marshmallow, personalizzata con l’interfaccia MIUI 8. Rende il sistema dello smartphone fluido, ricco di funzionalità e personalizzazioni. Infine, l’autonomia dello Xiaomi Mi5S è garantita dalla batteria da 3.200 mAh.

Huawei P10 Lite, bella novità del 2018 ad un prezzo medio

Al limite superiore della fascia di prezzo media, troviamo il modello Huawei P10 Lite. Alla vista, lo smartphone appare elegante e originale grazie alla copertura e al corpo in vetro che incorniciano uno schermo Full HD da 5,2 pollici con risoluzione 1920 x 1080 pixel e tecnologia IPS. Le immagini e il sistema oleofobico sono entrambi ottimi.

La fotocamera posteriore è da 12 megapixel e presenta una apertura focale f/2.2 e singolo led flash. La fotocamera frontale è da 8 megapixel e il P10 Lite può registrare video in Full HD. Tante funzionalità relative al comparto fotografico e tante altre a disposizione del sistema operativo, Android 7.0 Nougat con interfaccia EMUI 5.1.

Il processore è HiSilicon Kirin 658 octa core da 2,1 GHz con GPU Mali T830 MP2, 4 GB di RAM e 32 GB di memoria interna espandibile. Altre caratteristiche di questo smartphone sono la connettività LTE con velocità fino a 300 Mbps, il Wi-Fi a doppia banda con standard a/b/g/n/ac, l’NFC, il Bluetooth 4.1, la radio FM, il led di notifica, la batteria da 3.000 mAh e un preciso e veloce lettore di impronte digitali.

Lenovo K6, sotto i 200 euro uno smartphone economico nella fascia medio-bassa

La nostra classifica sta per terminare e non possiamo non citare tra i migliori smartphone di fascia media il Lenovo K6. Colpisce già a partire dal design, il vetro copre tutta la superficie frontale mentre il retro è costituito da una finitura metallica opaca. Il display è uno dei punti forte del Lenovo K6, è un 5 pollici Full HD con tecnologia IPS e anche il comparto fotografico è più che soddisfacente. Include una fotocamera principale da 13 megapixel e con singolo led flash e una frontale da 8 megapixel.

Il processore è uno Snapdragon 430 octa core fino a 1,4 GHz, con GPU Adreno 505 affiancato da 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna espandibili tramite microSD. Rinunciando all’espansione della memoria, lo smartphone diventa dual sim. La connettività LTE arriva fino a 150 Mbps e il wi fi è b/g/n monobanda.

Il sistema operativo è Android 6.0 Marshmallow. La personalizzazione con l’interfaccia di Lenovo regala molte funzionalità diverse come la scelta tra sette differenti temi offline o la possibilità di attivare e disattivare il drawer. L’autonomia del Lenovo K6 è decisamente sorprendente e garantita da una batteria dalla capacità di 3.000 mAh. Il prezzo di questo smartphone è inferiore ai 200 euro.

Avere un budget rientrante nella fascia media, non significa dover rinunciare a specifiche tecniche importanti. Vi abbiamo mostrato smartphone dal costo non eccessivo che brillano per caratteristiche di elevata qualità. Avete scelto quello da acquistare?

Miglior antivirus per smartphone Android, gratis e in italiano

Il proprio smartphone è diventato un compagno delle attività quotidiane di tante persone. È un contenitore di foto, documenti, file, appunti ed essere costretti a resettare scheda e telefono è impensabile per chi lo possiede. Per questo motivo, è bene scaricare un antivirus che protegga nel migliore dei modi il dispositivo. Continua a leggere

Offerte Wind con smartphone incluso: promozioni “Passa a Wind” ricaricabile

Wind include la possibilità di avere tra le mani alcuni tra gli smartphone più gettonati del mercato. Basta attivare una delle promozioni “Passa a Wind” con telefono incluso per ricaricabile e scegliere il dispositivo preferito da abbinare all’offerta. In questo articolo esporremo le caratteristiche delle promo Wind per nuovi clienti che permettono l’acquisto di uno smartphone e vedremo tra quali interessanti device potrete scegliere. Già abbiamo visto le offerte per ottenere uno smartphone a 10 euro al mese in abbonamento, e ora ci concentreremo a questo proposito sulla Wind. Continua a leggere